CONNETTETEVI: Viaggiate. Fit Cruise 2017: quando la condivisione va oltre il click

cruise-1
Ci sono tre momenti importanti di un viaggio: l’attesa, quella che ti fa stare col fiato quasi sospeso, quella che all’ultima chiusura di cerniera della valigia pensi: “è fatta, ora si parte”, e da lì basta un attimo per immergersi completamente in un’avventura che sai che sarà stupenda, già per il solo fatto di staccare dalla solita routine, ma ancora non sai cosa realmente potrà accadere, il che rende il tutto ancora più elettrizzante; l’avventura, quella che dal primo istante ti fa stare con lo sguardo acceso su tutto ciò che incontri, le persone che inizi a conoscere lungo una fila interminabile che porta alla nave che ancora non sa che sta per diventare scenario di una lunga lista di emozioni, l’arrivo in nave, la sensazione di staccarsi letteralmente dalla terra ferma come a dire “questi giorni voglio lasciare lì tutti i pensieri”, l’arrivo in cabina, che nonostante le dimensioni da “stanza dei sette nani”, è la cabina più bella che hai visto per il semplice fatto che sarà solo la stanza in cui dormirai e ti preparerai per affrontare delle giornate entusiasmanti con la compagnia di bellissime persone.
Se a tutto ciò aggiungi LO SPORT, il FITNESS, la MUSICA, le persone che parlano “la tua stessa lingua”, quella della Gioia, la simpatia dei baristi, il sole, il vento, Barcellona, la bellezza di poterti lasciare andare alla tue passioni, senza giudizi, senza problemi, senza critiche, ma solo con LEGGEREZZA e libertà, diventano quattro giorni indimenticabili, giorni in cui tutti indistintamente hanno lasciato il loro “da farsi”, il loro lavoro, le loro abitudini, in cui è il tempo a gestire le nostre vite, e ci si è ritrovati lì, uniti da passioni comuni, in cui finalmente il tempo sembra diventare un concetto astratto, lì in mezzo al mare, senza connessione internet ma una grande CONNESSIONE TRA PERSONE.

Ed è proprio questa la parte più bella: il sentirsi tutti REALMENTE connessi, senza distinzioni di “ruoli”, non esiste “l’allieva” o l'”istruttore” o la “più fitness” o “la più brava”, ognuno si lascia andare per ciò che è e ci si conosce, ci si apprezza. Questo tipo di connessioni non ha bisogno di cellulari,e rimangono realmente perchè poi diventano contatti, contatti veri.
Sono esperienze che ti danno delle conferme, perchè se sei lì e non in un altro posto c’è un motivo, se la tua passione per lo sport, per il fitness, ti ha portato in questa bellissima rete, vuol dire che non sei matta a crederci anche quando nella vita di tutti i giorni, vivendo anche diversi contesti, non sempre trovi qualcuno che “capisce” tante “strane abitudini”, e allora vai avanti per la tua strada finchè non ti trovi a sguizzare in un acquario in cui non sei più un pesce fuor d’acqua e hai appunto la conferma che AMI LA TUA VITA PROPRIO PERCHE’ SE SEGUI LE TUE PASSIONI TI PORTA A DELLE EMOZIONI CHE TI RIEMPIONO L’ANIMA, IL CUORE E DANNO UN SENSO A TANTE COSE.
E qui arriva la terza fase: la fine del viaggio, che però non è mai una fine, ma una crescita, è la bellezza di tutto quello che hai vissuto, la somma dell’ intensità di questi giorni, è l’abbraccio con le persone che fino a pochi giorni prima non conoscevi così, è la gioia della condivisione.
E allora ti trovi a disfare la valigia, a riporla in un ripiano alto del ripostiglio e sai che però se la valigia si è svuotata, TU INVECE SEI TORNATA “PIENA” e ogni oggetto che riponi al proprio posto è già rivestito ora di un valore diverso.
Come tutti i viaggi che ho fatto nella mia vita, corti o lunghi che siano e tutti quelli che mi auguro di fare ancora, insegnano a RESTARE CONNESSI alla vera rete: le persone, la natura, tutto ciò che ti circonda, a vivere emozioni vere, quelle che ti portano a vivere le vita con uno sguardo e un approccio diverso, quelle che ti danno il tempo di guardarsi negli occhi, di SENTIRSI.

VIAGGIATE, CONNETTETEVI.
E’ la mia prima esperienza alla Dance Fit Cruise – Grimaldi Lines- e approfitto per ringraziare Gianluca Ingargiola ,tutto lo staff di Never Give Up Events, i fantastici presenters,da Cristiana D’Antoni, a Billo Thiam,a Tiago Da Silva, Andre Cruz e tantissimi altri, e per ultime ma non meno importanti, Mara Milione, senza di cui questa vacanza non sarebbe stata la stessa, e Marianna Spatuzzi, cara amica e mia collega psicoterapeuta.

Claudia Colombo

cruise-3

cruise-2

L’universo ha senso solo quando abbiamo qualcuno con cui condividere le nostre emozioni.
(Paulo Coelho)

Precedente Essere curiosi non basta. LO STUPORE oltre la Curiosità Successivo L'importanza del Coach. Training Zen e PNL "Risvegliarsi alla libertà"