“Spostare i propri limiti” Intensivo SEF 2017 – Se non ora quando!

10
Si è conclusa oggi a Napoli la tre giorni del primo intensivo interno targato “SEF” dell’anno 2017, giorni estremamente intensi che hanno coinvolto il primo e il secondo biennio della Scuola Europea di Psicoterapia Funzionale- Sede di Napoli.
Cos’è un Intensivo? Un Intensivo è un gruppo di terapia condotto per due o tre giorni consecutivi, nei quali il gruppo resta insieme agli stessi terapeuti, anche nei momenti che sono al di fuori della terapia vera e propria, avendo la possibilità di mangiare e dormire nello stesso posto.
E’ l’occasione per poter utilizzare le Tecniche di più lunga durata, quelle in cui tutti fanno un “passaggio”, fanno qualcosa. Bisogna, però, badare a che non ci siano dei tempi troppo lunghi per non stancare il gruppo. Possono anche essere a tema ed è piacevole pensare ad un piccolo prodotto finale del gruppo (o dei sottogruppi), che poi viene mostrato a tutti gli altri (EBS Mostrarsi).
Il tema di questo intensivo, di questo grande viaggio, condotto dai terapeuti funzionali Rosa Iannone e Roberto Rinaldi è stato: “Spostare i propri limiti“, accompagnato dall’energia delle parole che più spesso hanno risuonato in questi giorni: ” Se non ora quando!”
L’intensivo è una “big mama” che ti accoglie, è un Oceano in cui tante piccole onde si scoprono, si proteggono, si amano, ed ogni onda fa il suo percorso, intenso, a volte doloroso, ma illuminante. Ed è una luce, un’energia che circola dal primo momento in cui ci si incontra e che non finisce con la chiusura, bensì continua a circolare anche dopo, anche per molto tempo e ti pervade.
Ogni allievo e partecipante ha avuto l’occasione in questo intensivo di spingersi un pochino oltre, di osservarsi, di superare quel limite che sa che lo porterebbe a sentirsi più libero, di abbandonarsi ad una parte di sè che molto spesso nella vita di tutti i giorni viene fraintesa o giudicata, e quindi frenata, tenuta da parte, quasi come se fosse qualcosa da nascondere, la nostra parte più bizzarra, più folle, la più vera.
Nelson Mandela recitava: “La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati.La nostra paura più profonda è di essere potenti oltre ogni limite e misura. E’ la nostra luce, non la nostra ombra, a spaventarci di più. Ci domandiamo: ” Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? ” In realtà chi sei tu per NON esserlo?…Siamo tutti nati per risplendere, come fanno i bambini. E quando permettiamo alla nostra luce di risplendere, inconsapevolmente diamo agli altri la possibilità di fare lo stesso…
E’ un pensiero che sento appartenermi molto da tempo ed è proprio su questo mio personale limite che ho desiderato lavorare in questi giorni, e già: Se non ora quando!
La nostra luce si è vista, si è sentita, eccome se si è sentita!
Colori, musica, vibrazioni, tenerezza, accoglienza, forza, la sala in cui ci trovavamo è diventata per giorni scenario di libertà, di appartenenza, di follia, di Vita!
Sono giorni forti, in cui stando con se stessi ci si inizia a vedere a 360°, o perchè no, in 4D! (Per aggiungere anche la simulazione di volo, perchè in realtà è quello che impari a fare), e si scopre che quel passettino in più in avanti che si fa oltre il proprio limite non è pauroso come si pensava, o che, anche se ci si sente scomodi, è lo stesso un’occasione per “sentirci”.
Ognuno degli allievi, alla fine degli incontri, nella condivisione, ha la possibilità di ‘poggiare’ sul gruppo il proprio intento, il proprio dono da portarsi a casa, dentro ed è da qui che ogni onda riprende il proprio percorso, ma ora più consapevole del proprio valore e delle proprie immense capacità.
Tutto questo, e non solo, è la SEF.
Formarsi come Psicoterapeuta Funzionale non è solo una continua espansione e integrazione di Sè, ma è anche la possibilità poi di lavorare con tutto questo con e per i pazienti, con degli strumenti precisi e con una forte teoria delle tecniche alla base, ma prima di tutto, ritengo questa scuola diversa, perché profuma di libertà.

Dott.ssa Claudia Colombo

DIVENTA PSICOTERAPEUTA

VEDI LA GALLERY:
I terapeuti funzionali che hanno guidato il gruppo:
rosa-e-roberto

E..
8

7

6

5

4

3

2

1

9

Precedente La giornata degli Abbracci arriva nel Vallo di Diano (Sa) Successivo Laboratorio Funzionale esperienziale: " CondividiAMO"